• LE OSELLE

Il doge, per antica tradizione, nel dicembre di ogni anno, faceva dono ad ogni nobile del “Maggior Consiglio” 5 anatre selvatiche.
Nel 1521 il consiglio, a causa delle guerre che impedivano la caccia, decretò che al posto degli uccelli venissero consegnate delle monete in argento. Questo tipo di moneta, fu perciò, chiamata “osella” (dal veneziano “osèl” che significa, appunto, uccello).
La coniazione ebbe termine nel 1797, con la caduta della Repubblica.

Quella che noi doniamo ai partecipanti, è una fedele riproduzione dell’osella originale, ma …in vetro e realizzata a mano dai maestri vetrai muranesi.

This post is also available in: Inglese